Breadcrumbs
Corpo Pagina
Abbasanta

Nei dintorni del paese di Abbasanta, in provincia di Oristano, sono presenti notevoli tracce di frequentazione umana che risalgono fino al Neolitico. Vi si trovano domus de janas, come quelle di Bonorchis, dolmen associati a sepolture a Mesu Enas, sepolture ad alleè e ipogei funerari. Ad epoca nuragica risalgono un gran numero di tombe di giganti (Aiga, Cannas Mannu, Losa, Mura Tuffau, Perda Crappida, su Portale Mannu, su Pranu, Zuras) e numerosi nuraghi, tra cui il nuraghe Losa, uno dei più importanti della Sardegna.

Il Losa è un nuraghe complesso a pianta trilobata, edificato in blocchi di basalto con un mastio centrale ed intorno ad esso tre torri minori. Un antemurale intervallato da torri protegge il complesso e le capanne circolari che formavano il villaggio. La vita del sito comincia nel Bronzo Medio (XV sec. a.C.) e prosegue senza soluzione di continuità fino almeno all’età del Ferro (VII sec. a.C.) con una frequentazione a scopo funerario che prosegue fino al VII-VIII sec. d.C.

Torna su